info@sanitariabresciana.com – +39 030 33 66 145

Mese: Ottobre 2018

Dolore ai piedi causato dai tacchi alti: come evitarlo?

I tacchi alti sono sicuramente bellissimi da vedere e certe donne non possono farne a meno, ma per molte i tacchi rappresentano una vera e propria tortura, soprattutto se dovuti indossare per più ore. Quali sono quindi i consigli per evitare il dolore ai piedi – o per lo meno renderlo il più sopportabile possibile? Sembrerà eccessivo, ma se non siamo abituate a portare tacchi alti e ci aspetta una giornata in cui dovremo indossarli per ore e ore, la sera prima è cruciale preparasi al “grande giorno” con un pediluvio con bicarbonato ed un massaggio con una crema rilassante. Per tutte le volte che andate in palestra, preparate la pianta del piede, le caviglie ed i polpacci con degli esercizi appositi – fra l’altro sono esercizi che si possono eseguire anche in casa, quindi non ci sono scuse per non farli.

Prima di comprare un paio di scarpe alte, indossatele e fateci un giro, la cosa preferibile sarebbe indossarle per almeno mezz’ora, solo così potremo capire se quel determinato tipo di scarpe è tagliato per il nostro piede. Esistono anche cuscinetti appositi, in gel o in silicone, che possono venire in aiuto. Questi sono posti solitamente sotto il tallone e/o sotto le dita del piede per ammorbidire l’appoggio. Consigliamo sempre di portare nella borsa un paio di ballerine di riserva; se il dolore ai piedi dovesse essere davvero insostenibile, avrete così sempre un piano B. Dopo la giornata passata sui tacchi, concedetevi un altro pediluvio e, nel caso in cui siano comparsa delle vesciche, copritele con un cerotto.

Portare i tacchi alti è questione di abitudine, un allenamento come qualsiasi altro. Se il dolore ai piedi però continua anche al di fuori delle scarpe con i tacchi e non dà pace, la causa potrebbe essere un’altra. In questi casi è consigliabile rivolgersi ad esperti del settore come gli specialisti della Clinica Ortopedica Sanitaria Bresciana.

Plantare per tallonite

PIEDI PIATTI: COME AFFRONTARE E RISOLVERE IL DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE

In genere, il piede piatto come il piede troppo pronunciato possono determinare problemi di postura possono influire sulla distribuzione del peso quando si sta in piedi e stressare la fascia plantare. Le conseguenze sono dolore alla pianta del piede, piede gonfio e dolorante o crampo al piede.

Spesso proprio a causa del fastidio vengono assunte posizioni che sembrano più comode per non poggiare troppo l’avampiede col rischio di creare danni anche peggiori sia a carico del piede sano sia a carico della colonna vertebrale

ALLUCE VALGO

L’alluce valgo è una delle patologie del piede che si manifesta con la deformazione del primo dito (per l’appunto l’alluce) che, deviando lateralmente, esercita una pressione sulle altre dita causando anche la sporgenza all’altezza del primo osso metatarsale, la cosiddetta cipolla. Associata spesso a dolori e infiammazione costante, la patologia dell’alluce valgo porta spesso ad un cambiamento dell’anatomia del piede o dei piedi qualora il disturbo riguardi non uno, ma entrambi gli arti.

DISMETRIA AGLI ARTI INFERIORI

La dismetria non è facile da diagnosticare. Dipendendo da tre elementi diversi (anca, ginocchio e articolazioni) la composizione degli arti inferiori è di per sé variabile nella lunghezza complessiva dell’arto. La leggera differenza, quindi, è da prassi o causa di altre patologie come piede valgo, ginocchio valgo e anomala rotazione del bacino.

Le cause più frequenti dell’insorgere della patologia sono quelle post-traumatiche (incidenti o eventi traumatici) e malformative (congenite).

Scroll to top