Alluce rigido: facciamo chiarezza

L’alluce rigido è una patologia infiammatoria di tipo degenerativo che si caratterizza, come dice appunto il nome, da una riduzione della mobilità dell’alluce – anche nulla!, a volte così doloroso da impedire una corretta deambulazione.

I sintomi iniziali sono dolore e rigidità dell’alluce durante l’attività ed in questa prima fase il dolore non è presente a riposo. Quando il dolore è percepito anche stando fermi, ci si trova in una fase avanzata della patologia che può portare anche a difficoltà ad indossare determinati tipi di scarpe e piede gonfio. Dal dolore localizzato a livello dell’alluce si passa poi a dolore esteso fino alle ginocchia, anca e colonna a causa dello squilibrio posturale che si va a generare.

La cura, nei casi meno gravi, mira a sfiammare la zona attraverso antinfiammatori ad uso topico o intrarticolari, viene richiesto l’uso di calzature adeguate, larghe e comode e sono necessarie sedute dal fisioterapista. Nel caso in cui la patologia abbia raggiunto un livello più grave e l’impiego di queste soluzioni non porta a nessun beneficio, sarà necessario un intervento chirurgico che varia a seconda della gravità del caso specifico.
Se i sintomi elencati vi sono famigliari oppure da tempo avete provato a curare l’alluce rigido senza successo, non esitate a prenotare una consulenza presso il Centro Ortopedico Sanitaria Bresciana. La passione e gli strumenti all’avanguardia che il team di professionisti ha a disposizione, saranno la soluzione definitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *