info@sanitariabresciana.com – +39 030 33 66 145

Blog

Anatomia del piede

Tutti sappiamo cosa sono i piedi e che sono una parte importante dell’apparato locomotore. Eppure poco ci soffermiamo sulla conoscenza dell’anatomia del piede, fattore che potrebbe aiutarci, invece, a comprenderne meglio le funzioni e a riconoscere i piccoli sintomi che causano dolori ai piedi e ai disturbi che possono essere indice di patologie del piede.

Tipologie

Non molti lo sanno, ma i piedi hanno una conformazione e caratteristiche precise per cui possono essere categorizzati in 3 tipologie:

  • piede egizio, contraddistinto dall’alluce più lungo del secondo dito;
  • piede greco che, viceversa, è contraddistinto dal secondo dito più alto dell’alluce;
  • piede romano, contraddistinto dall’alluce e il secondo dito di pari lunghezza.

Un po’ di anatomia

Essendo uno degli elementi che fungono da asse portante per la nostra deambulazione, è interessante porre l’attenzione sulla complessa struttura ossea del piede. Formata dalle ossa del tarso e metatarso e falangi, la struttura ossea del piede comprende 26 ossa e 33 articolazioni (senza dimenticare un centinaio tra muscoli, tendini e legamenti).

Le ossa del tarso del piede sono situate al di sotto dell’articolazione della caviglia e sono formate da 7 elementi: talo, calcagno, navicolare, cuboide e tre cuneiformi (laterale, intermedio e mediale).

Le ossa del metatarso del piede confinano con le ossa del tarso e sono formate da 5 metatarsi in ognuno dei quali si possono distinguere le regioni centrale (corpo), prossimale (base) e distale (testa).

Le falangi, situate in prossimità dei metatarsi, sono 14 e costituiscono gli elementi ossei che formano le dita dei piedi.

L’importanza della sua funzione

Insieme alla funzione di supporto, il piede è parte fondamentale del meccanismo di locomozione grazie al funzionamento complementare di ossa, articolazioni e muscoli.

Di fatto, quella che può sembrare una piccola porzione del nostro corpo ne regge su di sé una buona parte, garantendo stabilità nella posizione eretta e capacità di locomozione altrimenti impossibile.

Ortopedia sanitaria Brescia

Se hai bisogno di un consulto medico specializzato in ortopedia, traumatologia e podologia puoi rivolgerti al nostro centro. Il nostro team potrà diagnosticare, prevenire o trattare, grazie a esami e tecnologie all’avanguardia, ogni patologia e disturbo legata al tuo apparato muscolo scheletrico.

Il Morbo di Osgood Schlatter

Spesso si è portati erroneamente a pensare che le patologie inerenti l’apparato locomotore possano colpire solo in età avanzata, ma anche gli adolescenti e i bambini in realtà possono essere soggetti a rischio. Oltre a patologie come dismetria e piede piatto , un altro disturbo diffuso è il morbo di Osgood Schlatter.

CHE COS’È IL MORBO DI OSGOOD SCHLATTER?

Il morbo fa parte delle sindromi note come osteocondrosi e consiste in un processo degenerativo della tuberosità tibiale. La malattia colpisce in età pre-adolescenziale tra i 10 e i 14 anni e finisce verso i 18/20 anni con il termine della crescita con la calcificazione delle ossa. Il più delle volte colpisce sia maschi che femmine e può prendere entrambe le ginocchia o uno solo.

Le cause della malattia sono da ritrovarsi nell’azione ripetuta di trazione del tendine rotuleo sull’inserzione, a livello dell’apofisi tibiale, nella fase di contrazione del muscolo estensore della gamba. Per questo motivo il morbo è riscontrato spesso negli adolescenti che praticano molto sport (basket, calcio, pattinaggio, danza), dato che lo sforzo compiuto dal ginocchio in trazione crea microfratture cartilaginee che incidono sulla degenerazione della tuberosità tibiale.

I sintomi legati al morbo di Osgood Schlatter sono caratterizzati da dolore al terzo inferiore del tendine, alla rotula o alla tibia. Non è difficile riscontrare nelle zone doloranti la presenza di tumefazioni. Frequente poi è la formazione di calcificazioni intra-tendinee che in età adulta possono essere fonte di infiammazioni e dolori. Rara, invece, è il possibile distacco della tuberosità tibiale.

DIAGNOSI E TRATTAMENTI

Per la diagnosi della sindrome lo specialista si avvale di esame obiettivo e di strumenti quale l’esame radiografico, anche per verificare la presenza di osteocondrosi a carico del ginocchio.

La terapia più indicata per trattare la sindrome è, oltre alla sospensione dell’attività sportiva stressante per l’arto, la crioterapia, quella farmacologica con analgesici locali e sistemici, e la fisioterapia, con esercizi che rieduchino e rinforzino la muscolatura. Il ricorso a terapia chirurgica è preso in considerazione solo nei casi particolarmente gravi.

CENTRO ORTOPEDICO SANITARIA BRESCIANA

Al Centro Ortopedico Sanitaria Bresciana potrai avvalerti di specialisti nel settore per la diagnosi e il trattamento di ogni patologia legata all’apparato locomotore.

Fascite plantare scarpe consigliate

BAROPODOMETRIA

Valutazione e misurazione delle pressioni plantari in statica e dinamica.

Per prevenire o curare callosità, dolori plantari e scorretta postura.

L’esame baropodometrico consente di effettuare un’approfondita valutazione sulla qualità dell’appoggio a terra dei piedi, misurando la pressione plantare sul terreno e identificando le aree di maggiore e minore carico, sia da fermi che mentre camminiamo.

SPINA CALCANEARE

Il dolore al tallone è un disturbo fastidioso che appare in modo graduale per poi peggiorare drasticamente specie se, anche in presenza di dolore, si persiste nel movimento e nell’appoggiare il peso sulla zona interessata. Al dolore al tallone sono collegate patologie come la fascite plantare, sindrome del tunnel tarsale, lesioni al tendine d’Achille e spina calcaneare.

Proprio quest’ultima può essere alquanto fastidiosa in quanto, spesso, è legata o causa delle altre patologie.

Cerchi un podologo a Brescia? Ecco delle utili informazioni per te

Che cos’è la podologia?

La podologia è la branca della medicina legata allo studio del piede e allo studio di tutti i traumi e le patologie ad esso collegate.

Chi è il podologo?

Il podologo è il medico specializzato in grado di diagnosticare e trattare le patologie e i disturbi legati ai piedi. Le sue prestazioni, quindi, spaziano in ambiti quali:

  • analisi strumentali del piede come l’esame baropodometricoe l’esame podoscopico;
  • analisi della struttura e funzionalità del piede;
  • trattamento di patologie del piede come calli o verruche, unghie nere o incarnite, micosi e ulcere;
  • realizzazione di dispositivi per correggere la forma delle unghie;
  • realizzazione di dispositivi per correggere l’allineamento non corretto delle dita del piede a causa di alcune patologie come l’alluce valgo e le dita a martello;
  • realizzazione di plantari su misura e plantari sportivi sulla base della patologia da cui è affetto il paziente.

Quando rivolgersi al podologo?

I disturbi legati ai piedi sono molteplici e spesso passano inosservati ai nostri occhi. Individuarli per capire quando rivolgersi al podologo non è semplice, eccovi quindi alcuni consigli sul caso.

Oltre al risentire di dolore alla pianta del piede ed eventuali bruciori,l’insorgere di unghie incarnite, calli o verruche, bisogna sempre tener conto della postura e del mondo in cui appoggiamo la pianta del piede. Anche questi sono fattori importanti che possono denotare una deformazione di quest’ultimo e portare a una deambulazione scorretta, nonché all’insorgere di svariate patologie che possono intaccare, se non trattate tempestivamente, arti e schiena.

Podologo Brescia: i nostri medici specializzati

Rivolgersi a un podologo esperto è importante per ottenere una giusta diagnosi e un piano di prevenzione personalizzato.

Presso il nostro Centro Ortopedico Sanitaria Bresciana potrai trovare podologi qualificati per ogni tuo disturbo e dolore legato ai piedi.

Contattaci per una visita e scopri le nostre offerte legate ai trattamenti podologici.

Spina calcaneare foto

DIAGNOSI

Il Centro Ortopedico Sanitaria Bresciana vanta un’equipe specializzata che mette a disposizione esperienza e professionalità attraverso visite specialistiche.

Tramite l’utilizzo di sistemi integrati sviluppiamo soluzioni ORTESICHE e PROTESICHE.

Ogni nostro articolo è il risultato di un lavoro attento e professionale, ogni nostro servizio costituisce l’applicazione delle tecniche e dei medical devices più moderni.

SPINA CALCANEARE

Il dolore al tallone è un disturbo fastidioso che appare in modo graduale per poi peggiorare drasticamente specie se, anche in presenza di dolore, si persiste nel movimento e nell’appoggiare il peso sulla zona interessata. Al dolore al tallone sono collegate patologie come la fascite plantare, sindrome del tunnel tarsale, lesioni al tendine d’Achille e spina calcaneare.

Proprio quest’ultima può essere alquanto fastidiosa in quanto, spesso, è legata o causa delle altre patologie.

Fascite muscolare

IL DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE

Il piede è una parte molto importante dell’apparato muscolo scheletrico. Sostiene il nostro peso ed è uno dei punti focali del corpo ai fini di una corretta deambulazione.

Essendo una parte del corpo sottoposta a costante movimento il piede può essere soggetto a svariate patologie spesso provocate da una pressione eccessiva che può essere dovuta a diverse cause come sovrappeso, stress dovuto a una posizione lavorativa scomoda che porta ad una pressione sbagliata sull’arto, utilizzo di calzature sbagliate o in presenza di piede piatto.

SPINA CALCANEARE

Il dolore al tallone è un disturbo fastidioso che appare in modo graduale per poi peggiorare drasticamente specie se, anche in presenza di dolore, si persiste nel movimento e nell’appoggiare il peso sulla zona interessata. Al dolore al tallone sono collegate patologie come la fascite plantare, sindrome del tunnel tarsale, lesioni al tendine d’Achille e spina calcaneare.

Proprio quest’ultima può essere alquanto fastidiosa in quanto, spesso, è legata o causa delle altre patologie.

Scroll to top