info@sanitariabresciana.com – +39 030 33 66 145

Informazioni

Ortopedia Saronno

DISMETRIA AGLI ARTI INFERIORI

La dismetria non è facile da diagnosticare. Dipendendo da tre elementi diversi (anca, ginocchio e articolazioni) la composizione degli arti inferiori è di per sé variabile nella lunghezza complessiva dell’arto. La leggera differenza, quindi, è da prassi o causa di altre patologie come piede valgo, ginocchio valgo e anomala rotazione del bacino.

Le cause più frequenti dell’insorgere della patologia sono quelle post-traumatiche (incidenti o eventi traumatici) e malformative (congenite).

VISITA TECNICA ORTOPEDICA E PODOLOGICA

Gli specialisti del Centro Ortopedico Sanitaria Bresciana sono specializzati nella cura di varie patologie tra cui: alluce valgo, metatarsalgie, piede diabetico, piede reumatico, dita in griffe, speroni calcaneari e fasciti plantari.

Attraverso trattamenti specifici, da prescrivere sulla base delle cause scatenanti, gli esperti dell’ortopedia e della podologia troveranno i rimedi più giusti per curare questi disturbi.

Ortopedia Castagna

PIEDI PIATTI

Ecco alcuni consigli:

Prima di tutto è indispensabile indossare scarpe che calzano bene. Utilizzare una pietra pomice per grattare la pelle ed ammorbidire la calzatura se troppo rigida. Evitare di stringere eccessivamente i lacci delle scarpe da ginnastica ed al contempo evitare di lasciarle slacciate.

Una soluzione veramente definitiva è offerta dai plantari su misura. Mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici è possibile effettuare un esame baropodometrica e studiare il plantare perfetto per ciascuno ed ottendere l’eliminazione di qualsiasi dolore sotto la pianta del piede.

VISITA TECNICA ORTOPEDICA E PODOLOGICA

Gli specialisti del Centro Ortopedico Sanitaria Bresciana sono specializzati nella cura di varie patologie tra cui: alluce valgo, metatarsalgie, piede diabetico, piede reumatico, dita in griffe, speroni calcaneari e fasciti plantari.

Attraverso trattamenti specifici, da prescrivere sulla base delle cause scatenanti, gli esperti dell’ortopedia e della podologia troveranno i rimedi più giusti per curare questi disturbi.

Sai davvero a cosa servono i plantari ortopedici?

I plantari ortopedici sono dei dispositivi sviluppati secondo prescrizione medica. Nonostante siano utilizzati da decenni per risolvere i più comuni problemi che interessano gli arti inferiori, i moderni plantari ortopedici offrono soluzioni all’avanguardia ad un prezzo spesso contenuto.

Quando devo ricorrere all’utilizzo di un plantare?

Il plantare ortopedico è a tutti gli effetti un dispositivo medico ed è assolutamente personale, pertanto il suo utilizzo è strettamente legato al giudizio di un ortopedico specializzato. I casi più comuni di prescrizione medica di plantari sono fascite plantare,piede piattopiede interessato da alluce valgo e piede cavo.

Come funziona un plantare?

È risaputo che questi dispositivi correggano la postura ma vediamo nel dettaglio come funzionano. Se pensiamo alla gamba come ad un insieme di elementi meccanici, tutti i movimenti svolti dagli arti inferiori possono essere concepiti come relazioni fra più ingranaggi. Queste interazioni generano forze che, in base alla risposta del suolo, producono un movimento ambulatorio. La distribuzione del peso e delle forze genera dei movimenti più o meno agili, pertanto una superficie ridotta come quella di un tacco a spillo risulterà in un aumento di forze applicate sulla base. Al contrario, con una superficie più ampia, la zona di maggior pressione risulta alleggerita, ovvero la suola del piede. In alcuni casi specifici citati in precedenza è necessario intervenire su questo meccanismo tramite un plantare, il cui ruolo è quello di ridistribuire le zone di appoggio del piede tramite materiali ammortizzanti e compensando, in alcuni casi, le interazioni fra gli “ingranaggi”.

Qual è il prezzo dei plantari ortopedici?

Essendo dei dispositivi realizzati con diversi tipi di tecnologie, la spesa non è facilmente limitata ad un numero specifico. Alcuni centri specializzati realizzano plantari da bambino il cui costo è abbordabile. Ovviamente, il prezzo sarà ridotto rispetto ai modelli per adulti, ma va considerato che, specie quando si ha a che fare con la propria salute, ogni acquisto va fatto con particolare attenzione.

Alluce rigido: cos’è e come curarlo

L’alluce rigido è una patologia molto fastidiosa che tende ad acutizzarsi con il passare del tempo, soprattutto nel caso in cui si tardasse troppo ad iniziare i trattamenti consigliati dal centro ortopedico.

Come l’alluce valgo, interessa localmente la mobilità delle dita del piede ed in maniera più estesa la postura e la deambulazione. Ma cos’è e come si cura?

Alluce rigido: le cause

Le due falangi che compongono l’alluce sono la parte interessata dalla patologia. La cartilagine che collega l’articolazione si assottiglia innaturalmente provocando la formazione di nuovi tessuti ossei che limiteranno gravemente i movimenti articolari. Le cause sono di diversa natura: possono essere congenite, se interessano la struttura del piede e in particolare del primo metatarso, o derivanti da altre patologie, come la gotta, l’artrite e i reumatismi.

La diagnosi di alluce rigido

È impossibile effettuare una diagnosi autonoma senza conoscenze proprie di uno specialista, pertanto vi consigliamo di recarvi in un centro ortopedico specializzato per una consulenza con un ortopedico podologo nel caso in cui stiate sperimentando alcuni dei sintomi riportati di seguito. I pazienti affetti da alluce rigido spesso lamentano dolore e difficoltà di movimento dell’alluce in una fase iniziale seguito da pronazione. Successivamente, il dolore potrebbe comparire anche a riposo ed essere accompagnato da piccole escrescenze ossee sul dorso del piede. La malattia diventa più invalidante senza trattamenti tempestivi e potrete arrivare a sperimentare dolori alla pianta del piede e al ginocchio, fino ad avere difficoltà nella deambulazione.

Alluce rigido: le cure

Lo specialista terrà conto del grado di progressione della malattia e vi consiglierà una terapia adeguata. Generalmente i trattamenti più comuni sono l’utilizzo di creme e unguenti, terapie fisioterapeutiche o, nei casi più estremi, la chirurgia.

Periostite tibiale: cos’è e come si cura

La periostite comporta un’infiammazione della membrana connettivale che avvolge la tibia: in termini meno tecnici, si manifesta con un forte dolore alla tibia, più o meno localizzata una decina di centimetri sopra la caviglia. La periostite tibiale può essere acuta o cronica; nonostante entrambi i casi non siano auspicabili per i soggetti interessati da questa patologia, il secondo caso è il più complicato, poiché il problema non regredirà nel tempo e dovrà essere curato più attentamente.

Chi sono i soggetti più inclini a sviluppare la periostite tibiale?

Nonostante questa infiammazione possa dipendere da infezioni come la sifilide o da traumi agli arti inferiori, alcuni soggetti sono più esposti ad essere affetti da periostite. Parliamo per esempio di sportivi come podisti, cestisti e tutti coloro che sforzano le gambe sottoponendosi a lunghi allenamenti intensivi. Le malformazioni congenite giocano un ruolo non indifferente nello sviluppo di questa infiammazione, infatti coloro che presentano disturbi deambulatori come pronazione e dismetria sono irrimediabilmente predisposti a questo problema.

Come può essere curata?

La presenza di periostite tibiale implica un periodo di riposo e cure tempestive in modo da evitare che l’infezione si cronicizzi. Il periostio infiammato presenta un inspessimento di tessuto osseo nella zona interessata, pertanto è bene effettuare una radiografia che attesti la presenza della condizione prima di ricorrere a cure più specifiche. Dopo aver consultato un centro ortopedico, sarà possibile pianificare meglio una terapia adeguata. Questa potrà prevedere esami più specifici come la scintigrafia o rimedi relativamente poco invasivi come la crioterapia, le infiltrazioni locali e la mesoterapia, ovvero iniezioni intradermiche.

Sai davvero qual è la differenza fra pedicure e trattamento podologico?

L’anatomia del piede non è semplice ed immediata come potreste pensare: dove vediamo un callo particolarmente problematico e recidivo, potrebbe celarsi del tessuto osseo in eccesso o addirittura essere un principio di alluce valgo. Questi dettagli sono impercettibili per chiunque non sia un ortopedico podologo certificato, di conseguenza non potete contare sulla vostra estetista affinché questi problemi siano rilevati e trattati di conseguenza. Vediamo perché.

A cosa serve la pedicure estetica?

Che sia eseguito a casa in maniera autonoma o presso uno studio estetico, questo trattamento agisce sugli arti inferiori per garantire un aspetto sano alle unghie, alle parti più ruvide delle estremità inferiori come il tallone. Attraverso questo procedimento sarà possibile rimuovere callosità superficiali tramite scrub, pietra pomice o spatole dermoabrasive e curare le cuticole.

A cosa serve il trattamento podologico?

Spesso confuso con la pedicure estetica, il trattamento in questione può essere definito una pedicure “curativo”. Dopo un esame generico sulla salute della cute e delle unghie, si interverrà attivamente sul piede rimuovendo duroni, accumuli di pelle che ostacolano la deambulazione, occhi di pernice, unghie incarnite. Poiché questo esame è effettuato da un ortopedico podologo, saprete tempestivamente se è il caso di ricorrere ad un esame baropodometrico o se potreste aver sviluppato una patologia ai piedi. Nel caso di disturbi manifesti prima della visita, discutetene con lo specialista per considerare l’assunzione di trattamenti farmacologici o l’acquisto di plantari ortopedici specifici per il vostro caso. Grazie alla sua preparazione, il medico potrà rispondere alle vostre domande e capire quali problemi ortopedici sono alla base del vostro disagio, che sia un semplice dolore alla pianta del piede o una condizione più complessa come l’alluce valgo.

Sindrome pronatoria

IL DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE

Il piede è una parte molto importante dell’apparato muscolo scheletrico. Sostiene il nostro peso ed è uno dei punti focali del corpo ai fini di una corretta deambulazione.

Essendo una parte del corpo sottoposta a costante movimento il piede può essere soggetto a svariate patologie spesso provocate da una pressione eccessiva che può essere dovuta a diverse cause come sovrappeso, stress dovuto a una posizione lavorativa scomoda che porta ad una pressione sbagliata sull’arto, utilizzo di calzature sbagliate o in presenza di piede piatto.

IL MORBO DI OSGOOD SCHLATTER

Il morbo fa parte delle sindromi note come osteocondrosi e consiste in un processo degenerativo della tuberosità tibiale. La malattia colpisce in età pre-adolescenziale tra i 10 e i 14 anni e finisce verso i 18/20 anni con il termine della crescita con la calcificazione delle ossa. Il più delle volte colpisce sia maschi che femmine e può prendere entrambe le ginocchia o uno solo.

Le cause della malattia sono da ritrovarsi nell’azione ripetuta di trazione del tendine rotuleo sull’inserzione, a livello dell’apofisi tibiale, nella fase di contrazione del muscolo estensore della gamba. Per questo motivo il morbo è riscontrato spesso negli adolescenti che praticano molto sport (basket, calcio, pattinaggio, danza), dato che lo sforzo compiuto dal ginocchio in trazione crea microfratture cartilaginee che incidono sulla degenerazione della tuberosità tibiale.

Bruciore sotto la piante del piede

PLANTARI

l plantare su misura, permette di ricreare una base la base d’appoggio perfetta al piede, eliminando i fastidiosi picchi di pressione e le alterazioni di postura che sono alla base dei più comuni dolori ed infiammazioni che interessano il piede.

Per garantire un’atteggiamento posturale piu corretto ci serviamo delle piu innovative strumentazioni computerizzate per la rilevazione di misure, carichi e postura.

DISMETRIA AGLI ARTI INFERIORI

La dismetria non è facile da diagnosticare. Dipendendo da tre elementi diversi (anca, ginocchio e articolazioni) la composizione degli arti inferiori è di per sé variabile nella lunghezza complessiva dell’arto. La leggera differenza, quindi, è da prassi o causa di altre patologie come piede valgo, ginocchio valgo e anomala rotazione del bacino.

Le cause più frequenti dell’insorgere della patologia sono quelle post-traumatiche (incidenti o eventi traumatici) e malformative (congenite).

Solette per spina calcaneare

DISMETRIA AGLI ARTI INFERIORI

La dismetria non è facile da diagnosticare. Dipendendo da tre elementi diversi (anca, ginocchio e articolazioni) la composizione degli arti inferiori è di per sé variabile nella lunghezza complessiva dell’arto. La leggera differenza, quindi, è da prassi o causa di altre patologie come piede valgo, ginocchio valgo e anomala rotazione del bacino.

Le cause più frequenti dell’insorgere della patologia sono quelle post-traumatiche (incidenti o eventi traumatici) e malformative (congenite).

PLANTARI PER BAMBINI

Grazie ad un sisteme di video analisi è possibile valutare e controllare periodicamente non solo l’appoggio plantare ma anche i vari segmenti corporei.

Al fine di accertarsi della funzionalità della terapia applicate per accompagnare durante la crescita i nostri bambini.

PLANTARI

Il plantare su misura, permette di ricreare una base la base d’appoggio perfetta al piede, eliminando i fastidiosi picchi di pressione e le alterazioni di postura che sono alla base dei più comuni dolori ed infiammazioni che interessano il piede.

Per garantire un’atteggiamento posturale piu corretto ci serviamo delle piu innovative strumentazioni computerizzate per la rilevazione di misure, carichi e postura.

Plantari su misura: dove trovarli a Brescia?

Stai cercando plantari su misura Brescia? Spesso non è facile trovarli, quindi è normale rivolgersi ai motori di ricerca per individuare una negozio che li tratti. Solitamente questo articolo si trova nelle sanitarie in cui, appunto, è possibile ordinare un plantare su misura in base alle indicazioni e prescrizioni che il medico ortopedico o podologo. Per cui la scelta di rivolgersi a una sanitari è sicuramente ottima e sensata. Infatti, acquistando buoni plantari ortopedici non solo si ci assicura una buona riuscita del trattamento, ma anche una durata maggiore degli stessi che per loro natura sono soggetti a usura.

Perché optare per i plantari ortopedici?

plantari ortopedici sono spesso prescritti per compensare il cattivo appoggio dovuto al piede piatto che non solo provoca dolore, ma non permette una corretta deambulazione. Tuttavia i plantari trovano anche largo impiego per il trattamento di altre patologie come il piede valgodolore all’alluce, alluce rigido o l’alluce valgo. Problematiche a carico dei piedi che provocano molto dolore e in alcuni casi impediscono o quasi di camminare. I plantari sono utili anche per correggere la dismetria del bacino e altre patologie dell’apparato osseo e muscolare.

Perché optare per il plantare su misura?

Spesso l’utilizzo di un plantare standard non basta. In alcuni casi è necessario che questo prodotto venga realizzato secondo precise indicazioni fornite dal medico. Questo perché ogni caso è diverso e il plantare che va bene a qualcuno può non essere adatto per un altro.

Scroll to top