info@sanitariabresciana.com – +39 030 33 66 145 – +39 030 2330313 – SCOPRI LA NOSTRA SECONDA SEDE IN VIA MILANO 164z (BS)

Piede piatto o Sindrome pronatoria: approfondiamo!

Essendo una parte del corpo sottoposta a costante movimento il piede può essere soggetto a svariate patologie spesso provocate da una pressione eccessiva che può essere dovuta a diverse cause come sovrappeso, stress dovuto a una posizione lavorativa scomoda che porta ad una pressione sbagliata sull’arto, utilizzo di calzature sbagliate o in presenza di piede piatto.

Che cos’è il piede piatto?

Il piede piatto è una diagnosi molto diffusa tra la popolazione.
Questa conformazione del piede è accentuata nel momento in cui il piede è sotto carico ed è caratterizzata dal cedimento mediale (verso l’interno) dell’arcata plantare (in particolare dell’osso Navicolare), trascinando con se le ossa adiacenti e provocando quindi anche una rotazione interna del calcagno.
L’insieme di questi fenomeni costituisce la pronazione.

I principali fattori di rischio della sindrome pronatoria:

I fattori di rischio che possono far sviluppare il piede piatto sono principalmente:

  • Obesità
  • Invecchiamento
  • Calzature inadeguate
  • Assenza di attività fisica
  • Atteggiamenti posturali scorretti
  • Patologie reumatiche
  • Patologie neurologiche
  • Infiammazione/danni al tendine tibiale
  • Eccesso di pratica della corsa negli anni

Possibili complicazioni:

Il piede piatto può essere un fattore per lo sviluppo di diverse complicazioni, quali:

  • Ginocchio valgo, sviluppato a causa dell’intrarotazione della tibia provocata dalla pronazione della
    articolazione tibio-tarsica
  • Alluce valgo
  • Metatarsalgie
  • Fascite plantare
  • Dita a martello
  • Tendinopatie
  • Artrosi
  • Maggior esposizione a infortuni dovuta ad un non più efficace assorbimento dell’impatto al suolo

Trattamento del piede piatto

Il trattamento conservativo consiste prevalentemente nell’utilizzo di ortesi plantari, per
contenere la deformazione, associate a calzature adeguate e sedute/esercizi fisioterapici per tonificare la
muscolatura del piede e attuare una rieducazione posturale.
Sia chiaro che, nell’adulto, siccome non c’è più crescita e maturazione ossea, è improbabile ottenere una correzione definitiva del piede piatto con un trattamento conservativo. Attraverso i plantari, comunque, sarà possibile sostenere l’arco mediale dal cedimento e posizionare correttamente in asse il retropiede, in questo modo si andranno ad ottenere benefici posturali, preventivi e si riuscirà ad alleviare i dolori dovuti alla pronazione.

Centro ortopedico Sanitaria Bresciana per la diagnosi e cura della sindrome pronatoria

Presso i nostri centri ortopedici a Brescia, in via Milano 164 e Viale Piave 201 i nostri tecnici ortopedici sono specializzati nel trattamento delle patologie del piede. Attraverso un’analisi accurata e approfondita, potranno fornirvi una diagnosi precisa del piede piatto e consigliarvi la soluzione più adatta a voi che possiamo sviluppare su misura.

Contattateci o veniteci a trovare in una delle nostre sedi!

Scroll to top